Aperitivo????

Buondì si lo so aveva la precedenza il sorbetto al cocco, ma ieri , un po per noia e un po perché dovevo assolutamente cucinare qualcosa, ho preparato una serie di stuzzichini moooolto sfiziosi… Adoro gli antipasti, caldi freddi, la pasticceria salata in genere…per me ci dovrebbero essere solo due portate :antipasto e dolce, effettivamente il mio pasto ideale sarebbe un brunch…
Quando si organizzano pranzi o cene in famiglia io sono l’addetta agli antipasti, anche se di recente mi hanno “sollevata” dal compito, poiché i commensali si “lamentano” (poverini!!!!), che non riescono ad andare avanti con il pranzo, non vi dico a Pasqua… Quindi mi “diverto” con cene a buffet, quelle informali , conviviali, senza obblighi di etichetta, tutto da mangiare rigorasamente con le mani, quindi l’ampia scelta è giustificata!!!

Sono sempre in cerca di nuove ricette, tra i vari libri che ho sulla mia lista c’è quello dell’etoilè sui buffet..nell’attesa ,se qualcuno ha dei suggerimenti, postatemi i link così amplio il ricettario!!!!

Ma passiamo al post di oggi si compone di 3 ricette anzi 4: mandorle speziate alla paprica forte, crescenti al rosmarino e al gorgonzola e mini quiche agli asparagi e pancetta, il tutto accompagnato da un buon vino bianco ghiacciato, in questo caso un Vermentino (Salento bianco).

Andiamo per ordine: mandorle speziate, questa ricetta l’ho trovata sul penultimo numero di alice, è di Luisanna Messeri, appena l’ho vista l’ho aggiunta alla lista di cose da fare… sono semplicissime, buonissime e creano dipendenza!!!

Ingredienti :
250 g di mandorle pelate e non tostate;
25 g di burro salato;
2 cucchiai di paprica o curry in polvere;

Preparazione:
Mescolare le mandorle con il burro fuso, trasferirle in una teglia coperta da carta forno ben stese, passarle in forno pre riscaldato a 180°, lasciarle tostare per almeno 15 minuti (io 20), rigirandole ogni tanto.
Appena saranno dorate trasferirle ancora calde in una ciotola e spolverarle con la paprica, mescolando bene , cambiare la carta forno alla teglia e rimettere le mandorle in forno per altri 5 minuti, trascorso il tempo mettetele ad asciugare su carta assorbente, una volta raffreddate conservarle in barattoli con chiusura ermetica in un luogo fresco.

Poi passiamo alle mini quiche, un ‘altra delle mie passioni, adoro le torte salate, ti risolvono sempre la cena, sono l’ideale per smaltire gli avanzi… basta avere in frigo un rotolo di pasta sfoglia e delle uova ed il gioco è fatto, vengono fuori prelibatezze uniche…. e se il formato è mini ancora meglio!!!

Ingredienti:
pasta sfoglia;
3 uova;
parmigiano grattugiato;
150 ml panna fresca;
sale;
pepe;
un mazzetto di asparagi;
scalogno;
olio evo;
pancetta affumicata;
asiago;


Preparazione:
Pulire e sbollentare gli asparagi, tagliarli e tenere da parte 12 punte che serviranno per decorare. In una padella far imbiondire dello scalogno tritato in poco olio evo, aggiungere gli asparagi e cuocere per qualche minuto a fuoco moderato, salare . In un’altra padella antiaderente far tostare la pancetta senza l’aggiunta di grassi, poi asciugarla su carta assorbente. In una ciotola sbattere le uova con il parmigiano, la panna regolare di sale e pepe. Una volta intiepiditi aggiungere gli asparagi e la pancetta al composto di uova e l’asiago tagliato a cubetti.
Srotolare la pasta sfoglia sulla spianatoia, con un taglia pasta di 8 centimetri ricavate 12 dischetti, con questi ultimi foderate i pirottini di una teglia da muffin riempire con il composto, forno pre riscaldato a 200° per una ventina di minuti.

Ora passiamo alle crescenti, la ricetta è delle Simili, vi posto due versioni, quelle al gorgonzola che ho fatto qualche tempo fa, che si prestano ad essere farcite, magari con salumi e formaggi, e quelle che ho fatto ieri con il rosmarino, che mi sono piaciute di più… avete presente i fagolosi??? Sono praticamente uguali , ma più leggeri e chiaramente di dimensione ridotta.

Ingredienti: (ho fatto metà dose)
500 g di farina 0;
200 g di acqua;
25 g di lievito di birra;
50 g di strutto;
70 g di olio evo;
8 g di sale;
3 cucchiai di rosmarino fresco tritato;


Preparazione:

Su una spianatoia, fare la fontana ed amalgamare tutti gli ingredienti al centro, impastare, fare una palla, coprirla a cupola e lasciarla lievitare un’ ora (io due). Trascorso il tempo stendere l’impasto con il matterello senza lavorarlo, formare un rettangolo spesso circa un centimetro. Con una rotella dentellata tagliare delle strisce larghe circa un centimetro e lunghe sei, disporle su una teglia rivestita da carta forno un po distanziati e lasciarli lievitare una trentina di minuti, , prima di infornare pennellare la superficie con dell’olio, cuocere per circa 20 minuti a 200°. Una volta fredde vanno conservate nei sacchetti per congelare ben chiuse, restano fragranti per giorni.

E adesso l’ultima ricetta crescenti al gorgonzola, sono buone ma hanno un profumo troppo pungente per i mieie gusti…

Ingredienti:(ho fatto metà dose)
500g di farina 0;
200 g di gorgonzola dolce ( io uso quella con la goccia);
30 g di lievito di birra;
150 g di acqua;
50 g di strutto;
50 g di burro;
8 g di sale;
1 uovo;

Preparazione:

Sulla spianatoia, fare la fontana e amalgamare al centro tutti gli ingredienti, impastare formare una palla coprire a cupola e lasciar lievitare un’ora (io due). Senza lavorarlo stendere l’impasto con un matterello formando un rettangolo di circa un centimetro e mezzo, tagliare dei quadrati di 5 centimetri, pennellarli con un uovo battuto, disporli su una teglia rivestita da carta forno , un po distanziati, lasciarli lievitare per un’ora. Non raddoppieranno , ma assumeranno un aspetto più arrotondato. Cuocere in forno pre riscaldato a 180° per 20 – 30 minuti, finché non saranno dorati.

E siamo giunti alla fine… del post che avete capito!!!
Oggi ricette per tutti i gusti… vi abbraccio alla prossima.

Con questo madley di ricette partecipo a questa raccolta buffet-in-giardino

RelatedPost

Lascia una risposta