Bonet di Luca Montersino

Buon lunedì, la ricetta di oggi è un dolce..tanto per cambiare ( a volte penso di aver sbagliato il nome del blog…avrei dovuto chiamarlo “La Via dello Zucchero”)! Ieri ho avuto a pranzo i miei genitori ed i suoceri , volevo preparare un dessert  diverso, non la solita torta, sfogliando il libro “dell’accademia  Montersino”ha catturato la mia attenzione il Bonet, è stata un’ottima scelta.. che dirvi: cremoso, cioccolatoso, godurioso, diciamo che è secondo solo al cheesecake di Nigella , è stato molto apprezzato!!! La realizzazione è semplice e si presenta bene, certo avrei potuto decorarlo meglio, con più attenzione, ma erano già arrivati gli ospiti e l’ho curato poco… è piaciuto ugualmente.

Ingredienti (per 8 persone):
Per il bonet :
600 ml di latte intero;
150 g di panna  fresca al 35% di materia grassa;
340 g di uova intere (circa 6);
150 g di zucchero semolato;
150 g di amaretti;
75 g di cacao amaro in polvere;
30 g di caffè espresso;
20 g di di rum ( io elisir S. Marzano Borsci che con il caffè e il cacao ci sta divinamente!!!!);
1 g di vaniglia in bacche;
Per il caramello:
75 g di zucchero semolato;
Per la decorazione:
200 g di panna;
50 g di amaretti;
chicchi di caffè;

Preparazione:
Per il bonet: versare in una pentola la panna e il latte , portare a bollore. In una ciotola mescolare , senza montare, le uova con lo zucchero, unire poi, il caffè, il cacao, la vaniglia, il liquore . Incorporare gli amaretti schiacciati grossolanamente, mescolare, versare sul composto ottenuto , la panna e il latte bollenti, amalgamare bene con una frusta. 
Per caramello: far scaldare bene un pentolino dal fondo pesante,  versare dentro  un po di zucchero, farlo sciogliere a fuoco lento . Unire a pioggia l’altro zucchero, poco per volta sino ad ottenere un bel caramello, versarlo in uno stampo a ciambella ( del diametro di 23 cm ) distribuendolo uniformemente sul fondo. Versare il composto del bonet nello stampo. Foderare una teglia con più strati di carta assorbente , adagiarvi sopra lo stampo , versare dell’acqua fredda sul fondo della teglia , forno pre riscaldato a 150° cottura un’ora ( per me un’ora e un quarto, toccare la superficie  del dolce , se è consistente e non gelatinosa è pronto). Sfornare , togliere  lo stampo dal bagno maria,  lasciare raffreddare completamente, poi passare  la lama di un coltello lungo i bordi dello stampo. Capovolgere su un piatto da portata e sformare delicatamente.Con l’aiuto di una spatola, far cadere l’eccesso di caramello  che si trova sulla superficie, lungo i bordi,  ciò è importate per evitare che le decorazioni scivolino. Con  il sac a poche con bocchetta rigata, guarnire il dolce con ciuffetti di panna montata, completare con chicchi di caffè ed amaretti.

E’ buonissimo , oggi abbiamo mangiato l’ultima fetta… Se amate i dolci tipo semi freddi dalla consistenza budinosa dovete assolutamente provarlo, poi la ricetta è del maestro Montersino, la perfezione!!!!!! Vi auguro una buona settimana alla prossima, saluti Manu. 

Lascia una risposta