Brioche senza impasto a lunga lievitazione….

Buondì oggi ho l’umore da venerdì 17…. François de La Rochefoucauld diceva ” Sincerità è cuore aperto. La si trova in pochissime persone: quella che si vede di solito è soltanto una sottile dissimulazione per accattivarsi la fiducia altrui” bèh aveva ragione …oggi ho capito che per andare d’accordo con la gente, per il quieto vivere , bisogna fingere… il bello è che mi stupisco ancora, ho pensato :”ma che scema, l’esperienza non ti ha insegnato nulla?Ci caschi sempre!!!!!Purtroppo ogni tanto le difese si abbassano e…invece ” Il segreto del successo è la sincerità…. se impari a fingerla , ce l’hai fatta…”
Ma io non sò fingere perché la mia faccia tradirebbe quanto sto dicendo…. se non ho voglia di sorridere non sorrido punto. Chiedo scusa ma chi orecchi per intendere …intenda!!!
Detto questo…. passiamo alla brioche così mi torna il buon umore, è una ricetta che ho trovato per caso qui, l’ho provata subito è stato amore al primo assaggio, leggera e profumata ha la consistenza di un babà, l’ho rifatta già 3 volte e la quarta è in lievitazione, se amate i lievitati e non l’avete ancora provata….. fatelo è strepitosa!!!!!!!

Ingredienti:
250 g di manitoba (io ho usato quella Spadoni);
100 g di burro fuso freddo;
75 g di acqua a temperatura ambiente;
2 uova medie a temperatura ambiente;
50 g di miele d’acacia;
un pizzico di sale;
10 g di lievito di birra fresco;
i semi di 1/2 bacca di vaniglia (o una bustina di vanillina);
80 g  di zucchero extrafine; (che ho aggiunto io perché secondo me era poco dolce)
Per pennellare un tuorlo stemperato con un po’ di latte


Preparazione:
Sciogliere il lievito e lo zucchero nell’acqua. In una ciotola rompere le uova ,unire il miele, i semi della vaniglia, il burro fuso e raffreddato, l’acqua e infine la farina, lavorare gli ingredienti con una forchetta finché l’impasto non diventa liscio.
Coprire la ciotola con la pellicola e lasciare a temperatura ambiente per 2 ore. Dopodichè riporre in frigo per 48 ore. Trascorso il tempo lasciar riposare l’impasto fuori dal frigo per 1/2 ora, poiché è molto appiccicoso ho utilizzato una spatala per trasferirlo sulla spianatoia che deve essere leggermente infarinata, a questo punto dividere l’impasto in tre parti formare una treccia o delle palline che andranno posizionate nello stampo da plumcake foderato di carta forno. Coprire con un panno umido e lasciar lievitare in un luogo tiepido sinchè la brioche non raggiunge il bordo dello stampo (più o meno 2 ore). Pennellare la superficie con tuorlo stemperato con un po di latte e spolverare con un po di zucchero. Cuocere in forno pre riscaldato a 180° per 35 – 40 minuti (se dovesse colorirsi troppo coprire con un foglio di alluminio).

Questo è il risultato: soffice e profumata, finalmente riesco a fare colazione la mattina!!! Per conservarla basta chiuderla in sacchetto per alimenti, ma vi assicuro che finisce subito!!!!!
Vi auguro un felice fine settimana baci Manu.

RelatedPost

Lascia una risposta