Cous cous Via delle Spezie e…gita a Roma..

Quando ho deciso di aprire il blog ero indecisa sul nome da dargli..facendo una ricerca sul curry ho trovato l’immagine che è nell’intestazione del blog e poi il nome è venuto da solo!!! Ma in realtà di spezie nei piatti postati ce ne sono ben poche, a parte il solito pepe, così ieri ho pensato ad un piatto che fosse degno di portare il nome “Via delle Spezie”…ed è venuto fuori questo cous cous dai colori e dai profumi etnici…

Ingredienti:
Cous cous;
1 bustina di zafferano;
1/2 cucchiaino di curry;
1/2 cucchiaino di paprika dolce;
pepe nero;
peperoncino fresco;
prezzemolo;
basilico;
cipolla;
aglio;
sale;
olio;
3 pomodori ramati;
1 melanzana;
2 zucchine;
1/2 peperone rosso;
1/2 peperone giallo;


Preparazione:
Iniziare con il battuto aromatico: tritare insieme il peperoncino privato dei semi, il prezzemolo, il basilico, l’aglio e la cipolla.In una padella scaldare dell’olio evo e aggiungere il battuto , cuocere pochi minuti ed aggiungere il curry.Unire tutte le verdure tagliate a cubetti molto piccoli, avendo cura di utilizzare delle zucchine solo la parte verde e delle melanzane solo la parte viola e poca polpa.Mescolare e proseguire la cottura per cinque minuti. Spellare e privare dei semi i pomodori ridurli a cubetti ed aggiungerli alle verdure, salare, unire la paprika e un mestolo di acqua calda, portare a cottura facendo in modo che le verdure non si asciughino del tutto, mantenendo del liquido che verrà assorbito del cous cous insaporendolo. Preparare il cous cous seguendo le istruzioni della confezione (ho aggiunto una bustina di zafferano nell’acqua di cottura).
Aggiungere le verdure tiepide al cous cous , mescolare, aromatizzare ulteriormente con una macinata di pepe , un trito di basilico.

Lasciare riposare una mezz’ora prima di servire.
Ed adesso passiamo alla seconda parte del post …la gita a Roma..
Un paio di settimane fa ho accompagnato mio marito a Roma per un incontro di lavoro , ho approfittato per andare a trovare mia sorella che vive lì da anni. La cosa che più ci piace e passeggiare per la capitale “perdendoci”per le stradine di Trastevere, nelle cui trattorie si mangia divinamente bene, nel ghetto ebraico che è un quartiere molto suggestivo, e poi Campo dei fiori…Questa volta la mia cicerona , poiché volevo comprare la tahina per preparare l’hummus, mi ha fatto visitare nel rione Esquilino il mercato di Piazza Vittorio, un luogo multietnico, molto simile ad souk!C’erano verdure ed ortaggi provenienti da vari paesi:

La mattinata è trascorsa velocemente qui ho rifornito la dispensa di alcune spezie: curcuma, sesamo, coriandolo.
Abbiamo deciso di pranzare da “Augusto” una tra le trattorie di Trastevere che preferisco..
Il termometro segnava più di 33° e l’orologio di S.Maria in Trastevere le 2:45....quindi l’ora del caffè, o meglio della granita al caffè…Dopo questa delizia rinfrescante abbiamo ripreso coraggio e continuato con l’esplorazione di trastevere..Svoltando in un vicolo ci ha attratto una vetrina in cui c’erano esposti dei gioielli fatti con metalli grezzi e pietre dure, ma più di tutto ha catturato la nosta attezione quel bellissimo gatto “Mix”, il felino più fotografato di Roma.Non ho resistito…
Poi qualche foto sul Tevere..e rientro a casa…
Ringrazio mia sorella per la splendida giornata e soprattutto per le foto!!!!!

RelatedPost

Lascia una risposta