Cubotti alle melanzane al profumo di menta e coriandolo

Buona sera, qui diluvia , sul fuoco lentamente sobbolle il mio caramello all’arancia, né ho fatto una doppia dose, per me è una droga, non vi dico che profumo c’è in cucina!!!!
Voi tutto bene?Sono tornata ieri sera da Roma, ragazzi che umido, credo che da questo raffreddore non guarirò più!!! Ho accompagnato mio marito che aveva un incontro di lavoro ,ed io ne ho approfittato per vedere mia sorella e per fare shopping.
Qualche anno fa, quando mi trovavo nella Capitale trascorrevo ore nei negozi di abbigliamento ed accessori, Via del Corso con tutte le sue vetrina era la mia meta preferita, ora vado in cerca di gastronomie , mercati, librerie è diventata un’ ossessione.. Ieri sono entrata nella Feltrinelli ed ho perso la cognizione del tempo, nel reparto dei libri da cucina non c’era nessuno, così ho tirato giù dagli scaffali una vagonata di libri e mi sono “appollaiata” su una comoda poltroncina, ho segnato tutti libri che vorrei comprare (dovrei fare un mutuo e ci sarebbe voluto un trolley per portarli via!!!) poi alla fine non ho resistito ho acquistato un altro libro di L. Montersino “Le dolci tentazioni”, uno sulle spezie (veramente bello) e quello di Donna Hay sul cioccolato, sono uscita dalla libreria soddisfatta, ma non è finita qui… dopo aver letto gli ingredienti del libro di Montersino:tipo farina di quinoa, maltitolo, isomalto ecc…, cose che secondo me a Lecce non avrei mai trovato, ho tentato in diversi negozi, erboristerie, magari a Roma…. non avuto fortuna, poi sono entrata da Castroni non ho trovato ciò che cercavo , ma degli altri ingredienti:l’amido di riso, il golden syrup (lo cercavo da una vita!!!!), lo zucchero muscovado, il pimento di Giamaica (all spice) , il pepe del bengala, i grani di senape nera e bianca, la tahina (quella che avevo ormai era scaduta), il tè matcha (costa uno sproposito!!!!), anche qui un ricco bottino….non credo che mio marito mi ci porterà più!!!!!
Ma torniamo alla ricetta… niente di che è una semplice e gustosissima frittata, sarebbe il ripieno ideale per una quiche… vabbè la prossima volta….


Ingredienti:
1 melanzana grande;
4 uova;
1 cucchiaino colmo di maizena;
un bicchiere scarso di latte;
sale;
pepe;
coriandolo macinato;
menta;
parmigiano;
asiago (o altro formaggio);
speck;


Preparazione:
Lavare la melanzana e tagliarla a fette spesse 2 cm, disporle su una teglia foderata di carta forno, condirle con un filo di olio , sale, infornare a 220° per 10 – 12 minuti , trascorso il tempo girarle cospargerle con altro sale e con un altro giro di olio, rimetterle in forno per altri 10 minuti, Lasciarle intiepidire, poi tagliarle a cubetti.
In una ciotola unire alle uova , il parmigiano grattugiato , sale, pepe, la menta sminuzzata , un’abbondante macinata di coriandolo, la maizena sciolta nel latte, le melanzane , lo speck tagliato a julienne e l’asiago a cubetti, mescolare. Spruzzare la teglia da plum cake con lo staccante, versare il composto di uova ed infornare per 20 – 30 minuti in forno pre riscaldato a 200°.

Buonissima la menta e il coriandolo donano un ottimo aroma, adoro le frittate quando non idee particolari o poco tempo risolvono sempre la situazione!!!!
Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Federica:


Oggi sono in vena di chiacchiere, leggevo su facebook un post scritto da Laura Ravaioli , le è stato chiesto di recensire per un sito, il film “Julie & Julia”, lo ha praticamente massacrato:”Ho a lungo cercato le parole per dirlo in maniera educata ma non le ho trovate, come si fa a dire in modo carino ed educato che il film non solo non mi è affatto piaciuto ma anzi l’ho anche trovato irritante e noioso. Una superficiale commedia, sdolcinata e appiccicosa come una caramella già ciucciata, ecco cosa ne penso.”
Io l’ho visto e mi è piaciuto (in realtà la Ravaioli è un po la mia Giulia, preparo un sacco delle sue ricette tra cui il caramello all’arancia!!!)… comunque ho trovato il pdf del libro di Julia Child , completo di tutte le ricette, se volete scaricarlo questo è il link Mastering-the-Art-of-French-Cooking (ovviamente è in inglese!!!).
Buona serata Manu.

RelatedPost

Lascia una risposta