Hot milk sponge cake al cappuccino

BuonGiorno!! Dopo mesi di latitanza oggi riapre la mia cucina, ho diverse ricette da postare realizzate durante l’estate, quando il caldo ti toglieva anche la forza di respirare, adesso le temperature sono quasi accettabili ed è tornata la voglia di scrivere, cucinare , condividere. Ho tante cose da raccontare , le vacanze trascorse all’isola d’Elba, la settimana passata nella mia adorata Parigi e per ultima l’esperienza fantastica ad Expo 2015. Ci sarà tempo per i racconti, oggi voglio solo postare una ricetta, si tratta di un dolce realizzato per un giorno speciale , il mio settimo anniversario di nozze, certo sono passati 20 giorni, ma io sostengo la filosofia “meglio tardi che mai”…. La base del dolce è “l’hot milk sponge cake” o più comunemente conosciuta come torta al latte caldo, la ricetta è tratta dal blog La ciliegina sulla torta, l’ho salvata nel 2012 (la filosofia del meglio tardi che mai torna sempre!!!!!), ho solo sostituito parte del latte con con del caffè espresso, l’ho farcita con crema tiramisù classica di Luca Montersino, con qualche variante.sponge cakeIngredienti:

Sponge cake al cappuccino:

60 g di latte intero;

60 g di caffè espresso;

60 g di burro;

8 g di lievito per torte;

130 g di zucchero;

165 g di farina 00;

3 uova medie a temperatura ambiente;

1 cucchiaino abbondante di estratto di vaniglia (o i semi di mezza bacca di vaniglia);

un pizzico di sale;

Per la base tiramisù pastorizzata :

87 g di tuorlo;

170 g di zucchero;

50 g di acqua;

semi di 1/2 bacca di vaniglia;

1 cucchiaino di caffè solubile;

1 cucchiaio di Elisir San Marzano;

Crema tiramisù classica:

225 g di base tiramisù;

250 g di mascarpone;

250 g di panna semi montata;

 

Per la bagna al caffè:

350 ml caffè  zuccherato secondo i propri gusti;

50 ml di  Elisir San Marzano o rum o altro liquore al caffè (consiglio di aggiungere l’alcool poco per volta assaggiandolo per scegliere il giusto grado alcolico)

cacao amaro in polvere;

sponge cake 1

Preparazione:

Per la hot milk sponge cake: setacciare due volte la farina con il lievito e il sale. In un pentolino far sciogliere il burro nel latte e nel caffè, portare i liquidi fino al limite del bollore. Montare le uova per 2 minuti con le fruste elettriche a velocità medio alta, unire lo zucchero in due volte, poi la vaniglia ,continuando a montare per altri 8 minuti, il composto deve risultare bianco e spumoso. Incorporare le polveri con una spatola mescolando dal basso verso l’alto. Riportare a bollore i liquidi, aggiungerli al composto in due volte, mescolando bene senza smontare il tutto. Versare in una teglia imburrata ed infarinata del diametro di 20 cm. Cuocere a 175 gradi per 35 – 40 minuti , è consigliabile fare la prova dello stecchino. Sfornare e lasciar raffreddare 10 minuti nello stampo, dopodiché far raffreddare completamento su una griglia.

Per la base tiramisù pastorizzata: in un pentolino versare lo zucchero, aggiungere l’acqua e portare alla temperatura di 121°. In una ciotola iniziare a montare i tuorli con i semi della bacca di vaniglia, quando lo sciroppo ha raggiunto la giusta temperatura, versarlo sui tuorli continuando a montare sino al completo raffreddamento. Sciogliere in un cucchiaio di Elisir San Marzano ( o altro liquore al caffè) un cucchiaino di caffè solubile. Aggiungere alla base tiramisù mescolando bene (questo ultimo passaggio è una mia licenza poetica, non ha nulla a che vedere con la ricetta di L. Montersino).

Per la crema tiramisù : incorporare alla base tiramisù il mascarpone utilizzando una frusta ed infine la panna semi montata.

Per la bagnamescolare bene gli ingredienti conservare in frigo sino al momento dell’utilizzo.

Per il montaggio, tagliare in due il dolce, io ho utilizzato in filo d’acciaio. Mettere sul piatto da portata un disco di sponge cake, inzupparlo con la bagna , disporvi sopra uno strato di crema tiramisù, chiudere con il secondo disco inzuppato, completare il dolce con la restante crema spatolata a caso, spolverizzare con cacao amaro solo prima di servire.

Se il caffè vi rende nervosi , come nel mio caso, vi consiglio di utilizzare quello decaffeinato …giusto per dormire più tranquilli !

Per oggi è tutto vi saluto a presto Manu.

Lascia una risposta