Il carciofo, variazione sul tema…

BuonDì bella gente, tra lampi e tuoni, oggi vi posto qualche ricetta con uno dei miei ingredienti preferiti : il carciofo! Io lo adoro lo cucino spessissimo, è perfetto in ogni portata, ma sul blog non ho mai postato ricette, perché è vero che è buono ,ma  lo trovo difficile da fotografare, risulta sempre grigio e triste,  questa volta mi sono impegnata e le foto sono venute discrete, ma alla fine noi badiamo di più alla sostanza che all’apparenza no? Sono sei ricette semplicissime da realizzare….

Inizio da un carpaccio di bresaola,  questa non è una ricetta ma un’idea…
Ingredienti:
carpaccio di bresaola;
2 cuori di carciofo;
rucola;
scaglie di parmigiano;
sale;
pepe;
limone;
olio;
Preparazione:
Trasferire il carpaccio nel piatto, pulire i carciofi, privarli dalle foglie esterne e dell’eventuale fieno interno, tagliare i cuori a lamelle molto sottili, condirli con sale, pepe, succo di limone e  olio, mescolare subito per evitare che anneriscono. Mettere l’insalatina e il condimento sul carpaccio, aggiungere qualche foglia di rucola, qualche scaglia di parmigiano ed il piatto è pronto. Io lo preparo spesso per cena, semplice e  leggero.
Frittata di carciofi al forno
Si lo so… chi è che non sa fare una frittata di carciofi???? Questa è la mia versione, l’ho fatta nello stampo da muffin , perché io sono una maniaca delle mono porzioni….
Ingredienti:
2 uova;
4 carciofi;
parmigiano grattugiato;
100 g di asiago;
1/2 bicchiere di latte;
menta;
prezzemolo;
sale;
pepe;
olio evo;
1 spicchio di aglio;
1 cucchiaio e mezzo di farina;
il succo di un limone;
Preparazione:
Pulire i carciofi, privarli delle foglie esterne e dell’eventuale fieno interno, tagliare i cuori a ed immergerli in una soluzione di acqua , farina e succo di limone ( mettere la farina nella ciotola, stemperarla con il succo di limone e poi aggiungere l’acqua freddissima), in questo modo non si ossidano e restano bianchissimi. In una padella far rosolare uno spicchio di aglio ( che andrà tolto) in  un cucchiaio  di olio evo,  aggiungere i carciofi sciacquati dalla soluzione in cui erano immersi e cuocere per 5 minuti, aggiungere un mestolo di acqua calda, coprire con un coperchio e portare a cottura. Una volta cotti regolare di sale e pepe. In una ciotola, sbattere le uova , unire il parmigiano, la menta e il prezzemolo tritati, il latte, il sale, e l’asiago (o altro formaggio che preferite) tagliato a cubetti piccoli, volendo si potrebbe grattugiare, ed infine i carciofi ormai raffreddati, mescolare bene. Dividere il composto nello stampo da muffin , o negli stampini di alluminio usa e getta, va bene anche una teglia da plumcake o una teglia da 20 cm. Qualunque sia lo stampo che sceglierete oliatelo leggermente, forno preriscaldato a 200° per 20 – 25 minuti, controllate che non diventino troppo scure in superficie.  La frittata di carciofi forse sarà una ricetta banale , ma non poteva mancare sul blog,  buonissima  appena sfornata, ma ha un suo perché anche fredda, insomma è buona sempre e poi la menta conferisce un gusto fresco, basta non dico più nulla.. si è capito che mi piace tanto???
Tortino di patate e carciofi
 Il connubio patate e carciofi è superlativo, se poi ci aggiungi qualcosa di filante….
Ingredienti ( per 2 persone):
300 g di patate sbucciate;
4 cuori carciofi;
parmigiano;
sale;
pepe;
olio evo;
porro;
galbanino ( o altro formaggio che fila);
farina ;
limone;
Preparazione:
Tagliare le patate a cubetti regolari ( non troppo piccoli!), bollirle per 10 minuti, (assaggiatele devono essere quasi cotte), scolarle, raffreddarle sotto in getto di acqua fredda ,asciugarle, trasferirle in una ciotola e condirle con sale, pepe, olio , e parmigiano grattugiato, mescolare e tenere da parte. Pulire i carciofi ( come descritto nella ricetta precedente) , tagliare i cuori ed immergerli in acqua , farina e limone. Bollire i carciofi per 5 -10 minuti ( il tempo di cottura dipende da quanto sono sottili), devono essere quasi cotti, scolarli e farli rosolare in padella con del porro e un cucchiaio di olio e evo, poco prezzemolo tritato, devono insaporirsi , quindi basteranno 5 minuti, regolare di sale. Foderare una teglia con della forno, io ho utilizzato due coppa pasta (del diametro di 10 cm,  ho oliato i bordi ), quindi disporre sul fondo di ogni anello uno strato di patate , poi uno strato di carciofi , due fatte sottili di galbanino , e infine un altro strato di patate. Forno preriscaldato a 200° ci varranno più o meno 20- 25  minuti, ma tenete d’occhio il forno!!!! Facile anche questa o no? Ovviamente si può usare anche una teglia , ma come ho già scritto , mi piacciono le porzioni individuali. 
* Quando ho fatto questa ricetta, ho esagerato con le patate, ne ho cotte molte di più, le ho utilizzate facendo una ricetta di un amico di mio padre: condire le patate con sale, pepe, rosmarino, olio evo, parmigiano e pangrattato, mescolare il tutto e trasferire in una teglia ( ho tagliato a metà uno spicchio d’aglio e l’ho passato sul fondo e i bordi della teglia, resta il profumo e non risulta indigesto), ancora una spolverata di pangrattato , un giro d’olio e in forno finché non si crea la crosticina in superficie. Spettacolari!!! Grazie Maurizio per il suggerimento!!!
Patè di carciofi… su dei crostini caldi è un aperitivo niente male!
Ingredienti:
5 carciofi;
olio evo;
scalogno;
sale;
pepe;
yogurt magro;
2 foglie di menta;
limone;
scaglie di grana;
farina;
1 cucchiaio di aceto di vino bianco;
Preparazione:
Pulire i carciofi come nelle ricette precedenti, tagliarli sottili  ( tenerne un po da parte crudi per la decorazione) , bollirli in acqua in cui ho sciolto 2 cucchiai di farina e un cucchiaio di aceto  di vino bianco ( se si cucinano in questa soluzione restano bianchi, vale anche per i cardi). In una padella far rosolare  in cucchiaio di olio, dello scalogno tritato ( o cipolla, porro…), aggiungere i carciofi, lasciarli insaporire per qualche minuto, regolare di sale e pepe, lasciar raffreddare. Trasferire i carciofi nel bicchiere del minipimer unire 2 foglie di menta, 2 cucchiai di yogurt magro, un cucchiaino di olio , frullare , deve risultare una purea densa, se è troppo asciutta unire poco yogurt alla volta, regolare di sale. Condire i carciofi  tenuti da parte con il succo di limone, sale, pepe, poco olio .Quindi posizionare un coppa pasta su di un piatto , riempirlo con  il patè , compattarlo , decorare con l’insalata di carciofi , qualche scaglia di parmigiano , scorza di limone e un po di menta tritata , servire con  del pane tostato. Ci vuole più tempo a descriverla che a farla… volendo si può servire nelle ciotoline.
Carciofi al gratin… tutto ciò che è al gratin è irresistibile, questa è una ricetta di mia madre…
Ingredienti:
4 carciofi:
1 pomodoro ramato;
olive nere ( io celline, sono quelle piccole e piuttosto amare);
pecorino;
pangrattato ( io passato nel mixer una  fetta di pane per tramezzini);
cipolla qb;
prezzemolo;
olio evo;
sale,
pepe;

Preparazione:
Pulire i carciofi ( mi pare una cosa ovvia!!!!), tagliare i cuori ed immergerli in acqua farina e succo di limone, incidere il pomodoro sul fondo ed immergerlo in acqua bollente per 1minuto,  poi raffreddarlo in acqua fredda,  lo shock termico farà staccare velocemente  la pelle lasciando intatta la polpa , quindi spellarlo,  togliere i semi e tagliarlo a cubetti ( questa preparazione si chiama “concassè di pomodoro, si lo so che sapete già tutto!!!) . In una ciotola , trasferire i carciofi sciacquati dalla soluzione in cui erano immersi, unire i cubetti di pomodoro, le olive, il pecorino , la cipolla tagliata sottile, il pecorino, sale, pepe, olio e prezzemolo tritato, amalgamare il tutto ,  trasferire in una teglia, cospargere la superficie con il pangrattato, poco pecorino e un filo di olio, forno preriscaldato a 200° 30 – 35 minuti ( per evitare che si crei subito la crosticina ho messo nel forno una ciotolina di acqua che ho tolto a metà cottura).
E per finire.. giuro è l’ultima ricetta … Minestra di orzo perlato e carciofi, che in queste serate ancora fredde è un ottimo comfort food. La ricetta è  della mia cara nonna, lei al posto dell’orzo usava il riso, a voi la scelta…
Ingredienti:
Orzo perlato (o riso);
4 carciofi;
1 pomodoro ramato in concassè (vedi ricetta precedente);
pepe;
prezzemolo;
cipolla qb;
dado vegetale homemade;
parmigiano;
Preparazione:
Pulire i carciofi, tagliarli sottili, trasferirli in una pentola , aggiungere i cubetti di pomodoro, il prezzemolo tritato, la cipolla tagliata sottile, la punta di un cucchiaino di dado vegetale*, e acqua fredda sino a coprire  ( praticamente un brodo di carciofi). Portare a cottura, se il liquido dovesse asciugarsi aggiungere acqua calda (deve avere la consistenza di una zuppa!Dalla foto non si nota ma sotto c’è parecchio liquido). Cuocere l’orzo o il riso, scolarlo  ed aggiungerlo ai carciofi, farlo cuocere 5 minuti in modo che si insaporisca, unire parmigiano grattugiato, un pizzico di pepe , impiattare e finire con un filo di olio. Semplice, ma tanto buono.
*(Non ho messo il sale perché ho aggiunto il dado)
Si lo so o posto una volta ogni tanto o rompo le scatole con dei post a tema, ma la stagione dei carciofi sta per finire…ho in mente ancora qualche ricetta, forse  vi proporrò una seconda puntata sul carciofo. Adesso vi saluto , ho scritto così tante ricette che non ho pensato al pranzo. Alla prossima baci Manu.

Lascia una risposta