Pull apart bread..

Buon pomeriggio e ben trovati, son rientrata da quasi 20 giorni, ma ho ancora la testa in vacanza, lì persa in mezzo ai monti, tra laghi  cristallini e boschi di un verde sfavillante..paesaggi incantati… adoro il Trentino e di più l’Alto Adige , sono stati 15 giorni magici, rilassanti e soprattutto freschi, vi posto qualche foto…. perché le parole non bastano per descrivere una tale bellezza…
 Guardo queste foto sospirando… quanto vorrei vivere in quei posti….Ma torniamo alla realtà , un amico mi ha fatto notare che non posto nulla da troppo tempo… ha ragione, ma qui fa così caldo che la voglia di cucinare latita e per me cucinare nel 90% dei casi significa accendere il forno, quindi follia…Ieri  però ero in astinenza da lievitati ed ho rifatto un pane che adoro, l’ho scoperto sul blog di Martina, il “Pull Apart Bread”, è un pane che ha la forma di una fisarmonica , sembra complicato da fare in realtà è semplicissimo vi ho fatto un collage di foto per rendere meglio l’idea ( le foto sono pietose, fatte con un obiettivo che non è il mio…)
Ingredienti:
250 ml di latte a temperatura ambiente;
un pizzico di zucchero;
5 g di malto in polvere ( o un cucchiaino di miele d’acacia);
10 g di lievito di birra fresco;
375 g di farina 0 ( ho usato quella coop);
7 g di sale;
25 g di burro morbido;
Per il condimento:
burro fuso qb per pennellare la superficie;
un cucchiaio di concentrato di pomodoro;
3 cucchiai di parmigiano grattugiato;
origano qb;
Preparazione:
Versare in una ciotola il latte , sbriciolarci dentro il lievito, aggiungere il pizzico di zucchero , il malto , mescolare e lasciar riposare 5 minuti. Mettere nella ciotola della planetaria la farina , avviare con la foglia ed aggiungere gradatamente il latte, quando l’impasto comincia a formarsi aggiungere il sale  continuando ad impastare,  portare quasi ad incordatura, unire il burro sostituire la foglia con l’uncino e finire d’incordare. L’impasto sarà pronto quando si staccherà dalle pareti e dal fondo della ciotola e risulterà liscio ed elastico. Una volta pronto trasferirlo sulla spianatoia, lavorarlo brevemente, formare una palla e metterla a lievitare in una ciotola coperta da pellicola fino al raddoppio ( con le temperatura che ho in casa è bastata un’ora!!). Trascorso il tempo, su un foglio di carta forno infarinata stendere l’impasto con il mattarello in un quadrato di 30 cm di lato. Sciogliere il burro e spennellare la superficie dell’impasto, poi spalmare il concentrato di pomodoro, cospargere di parmigiano grattugiato ed origano. Con un taglia pizza ricavare 6 strisce della stessa larghezza, sovrapporle lasciando la parte condita verso l’alto, tagliare in 5 quadrati, sistemarli in verticale nello stampo da plumcake imburrato ed infarinato, lasciare raddoppiare di volume coperto con pellicola.
 Forno a 180 ° per 30 – 40 minuti.
Visto??? Facile no, la prossima volta proverò con il pan brioche magari farcito con crema e gocce di cioccolato… chissà!!! Alla prossima baci Manu. 

Related Post

Lascia una risposta