Stecche di pane di Jim Lahey

Buon pomeriggio e ben trovati, dopo più di un mese rieccomi qui a riprendere possesso di questo spazio. In questo periodo ho poca voglia di fotografare, ritoccare , allestire set , è tutta colpa di questa influenza.. spero passi presto. Oggi vi posto una ricetta semplicissima da realizzare , si tratta di un pane senza impasto, tutto ciò che occorre sono gli ingredienti , una ciotola media ed un cucchiaio di legno.. Mio marito per Natale mi ha regalato diversi libri di cucina tra cui quello di Jim Lahey, sfogliandolo l’ho ha incuriosito l’immagine delle stecche di pane… ed eccole qui leggere e croccanti…
Ingredienti:
400 g di farina 0;
3 g di sale;
3 g di zucchero;
1 g di lievito secco attivo;
350 g di acqua tra i 13 e i 18°;
altra farina per spolverare;
60 g circa di olio evo;
3 g di sale grosso ( io fiocchi di sale);
5 g di malto (facoltativi);
Preparazione:
In una ciotola dalle dimensioni medie mescolare la farina, lo zucchero, il lievito ed il malto. Aggiungere l’acqua e mescolare con un cucchiaio di legno per 30 secondi fino ad ottenere un impasto umido ed appiccicoso . Coprire la ciotola e lasciare riposare a temperatura ambiente per 12 – 18 ore finché sulla superficie non si saranno formate delle micro bollicine e l’impasto è più che raddoppiato di volume. 
Quando la prima lievitazione è completa cospargere la spianatoia con abbondante farina. Rovesciare l’impasto sul piano, ripiegarlo su se stesso per un paio di volte , modellarlo delicatamente sino ad ottenere una palla schiacciata. Spennellare la superficie con dell’olio evo poi cospargerla con i fiocchi di sale. Mettere un canovaccio su una teglia da forno e spolverarlo con abbondante farina 0 . Trasferire l’impasto sul canovaccio facendo in modo che la parte piegata sia sotto. Ripiegare il canovaccio sull’impasto  per coprirlo, senza stringere, lasciarlo lievitare per 1 – 2 ore (io 1 ora e 1/2 ), in  un posto tiepido ed al riparo da correnti d’aria (l’ho fatto lievitare nel forno spento). E’ pronto quando è quasi raddoppiato di volume. Mezz’ora prima del termine della seconda lievitazione, riscaldate il forno al massimo in modalità statica, (il mio arriva a 240° ) con la griglia posizionata nel ripiano centrale. Ungere con poco olio una teglia delle dimensioni di 33×45 cm (io l’ho foderata di carta forno).Tagliare l’impasto in 4 parti, allungare per ottenere una stecca lunga quanto la teglia. Posizionare sulla teglia , lasciando almeno 2 cm tra un pane e l’altro. Spennellare con altro olio evo e cospargere con il sale restante. Infornare per 15 -25 minuti (nel mio forno sono bastati 20 minuti), finché la crosta non diventa di un bel colore  dorato scuro. Lasciare raffreddare per 5 minuti nella teglia , poi trasferire su una griglia.
Ps: le stecche potrebbero perdere croccantezza nell’arco della giornata per via del sale presente sulla superficie, basta riscaldare e tornano fragranti come appena sfornate.

Più facile di così…Vi saluto un abbraccio Manu.

Related Post

Lascia una risposta