Tartellette vegan con mousse di ricotta e fragole

Buon pomeriggio , vi lascio un post al volo per augurarvi buona pasqua…mentre su tutti i blog impazzano colombe ed altri dolci Pasquali, io vi posto una ricetta diversa un dolcetto ipocalorico, leggevo su fb della frolla senza burro e uova di Montersino e poi mi sono resa conto di avere il libro ( veramente ho tutti i suoi libri!!), ho letto la ricetta avevo gli ingredienti … il risultato? Un impasto diverso,secondo me non può essere definito frolla, comunque un ottimo risultato, molto leggero, con una farcia fresca, arricchita dalle fragole. Un dolce primaverile, anche se il tempo smentisce l’ultima affermazione, non so da voi, ma qui è tornato l’inverno! Non mi dilungo oltre, ancora serena Pasqua a tutti.

Ingredienti: ( un po modificati da me)
125 di farina di farro bianca;
135 g di farina 00; 
100 g di zucchero di canna integrale;
50 g di olio di semi di girasole (nella ricetta originale era riportato olio extravergine di oliva, ma quello che uso io ha un gusto robusto e non si addice ai dolci);
65 g di acqua fredda;
6 g di lievito per dolci;
semi di mezza bacca di vaniglia;
scorza di limone grattugiata;
Per la farcia:
ricotta di mucca freschissima;
zucchero a velo vanigliato;
fragole;
Preparazione:
Nel boccale della planetaria , versare lo zucchero, poi l’acqua, mescolare, unire il lievito, l’olio, le farine e gli aromi, impastare con la foglia,  una volta pronto avvolgere il composto nella pellicola trasparente e lasciar riposare in frigo per 45 minuti. Trascorso il tempo infarinare la spianatoia e stendere l’impasto,  con un coppa pasta di 8 cm ricavare dei dischetti , che andranno a rivestire gli stampi da tartelletta . Forno pre riscaldato a 180°  per 15 -18 minuti (forno statico). Appena pronte sformarle e lasciarle raffreddare su una gratella. Nel frattempo preparare la mousse, amalgamare la ricotta con lo zucchero a velo, io ho fatto ad occhio, cioè ho assaggiato finché non ha raggiunto il grado di dolcezza desiderato. Una volta che le tartellette sono fredde , riempire il fondo con delle fragole a cubetti e completare con la mousse di ricotta, decorare con mezza fragola. Con l’impasto rimasto ho fatto dei biscotti.
Una sola raccomandazione, farcire le tartellette prima di servire altrimenti la frolla si ammorbidisce.
A presto Manu.
Ps:  a seguito di una mail che mi è appena arrivata, puntualizzo che sono le tartellette vegan, non il ripieno. Confesso che  l’ho omesso volutamente, sapevo che qualcuno avrebbe avuto da ridere… Credo che i vegani siano la categoria più suscettibile che esista.

Lascia una risposta